Le fioriture autunnali

Filed in Articoli by on 14 novembre 2013

Pensando all’autunno, tutti associamo la natura ai colori caldi e la caduta delle foglie tipica degli alberi in questo periodo. Passeggiando per i sentieri delle riserve romane, specialmente quella dell’Insugherata, tra gocce di rugiada e foschia, saltano subito all’occhio colori inaspettati. Nell’immaginario comune ci si aspetterebbero le fioriture esclusivamente in primavera, tuttavia alcune specie riescono a mettere il fiore anche in autunno poco prima dell’inverno.

Lungo i prati si notano macchie gialle tipiche dell’acetosella minore (Oxalis dillenii), dell’enula (Dittrichia viscosa), della linaiola comune (Linaria vulgaris) o della rughetta selvatica (Diplotaxis tenuifolia), intervallate da pennellate lilla-violacee caratteristiche della cicoria comune (Cichorium intybus) e della viperina azzurra (Echium vulgaris) o bianche della mentuccia (Calamintha nepeta) e della silene (Silene vulgaris).

Una menzione speciale va fatta per ciò che riguarda una specie bizzarra per la sua forma e per il periodo di fioritura: il viticcino autunnale (Spiranthes spiralis). Appartenente alla famiglia delle orchidee, presenta dei fiori bianchi disposti a spirale lungo un esile fusto verde, ed ha la caratteristica ad essere l’ultima orchidea fiorire durante l’anno.

Lasciati i prati, e addentrandoci dentro al bosco, tra i colori caldi degli alberi ed il verde intenso di muschi e felci si notano, qui e li, delle macchie di colore acceso tendenti al fucsia-violaceo. Tali colorazioni sono dovute alla presenza di diversi gruppi di ciclamini autunnali (Cyclamen hederifolium), di viole (Viola riviniana) e di gerani selvatici (Geranium macrorrhizum). L’insieme degli odori intensi del sottobosco, del foliage degli alberi e delle timide fioriture autunnali rende l’esperienza di una passeggiata nella riserva, in autunno, unica e ricca di sensazioni positive e appaganti.

Tags: , ,

About the Author ()

Coop. Climax, dal 1999 impegnata nella divulgazione scientifica in campo naturalistico. Si occupa di attività di fruizione all'interno delle riserve di Roma, di campi scuola e stage formativi per studenti universitari.

Comments are closed.